Naturex





MAPPA DEL SITO


img-chisiamo

Chi siamo

La storia della Vetraria di Pescia s.a.s., inizia negli anni successivi alla fine del secondo conflitto mondiale, quando i piani di ripresa predisposti dagli accordi internazionali diedero la possibilità di ammodernare e ricostruire la vecchia Vetreria esistente nella città di Pescia in Toscana nella Provincia di Pistoia. Pochi chilometri più ad est, nel territorio di Uzzano, esisteva invece la Vetreria Meoni, in Frazione S.Allucio.

La concorrenza tra le due realtà era notevole e si susseguirono negli anni alterne chiusure e riaperture di entrambe, fino alla costituzione della Cooperativa Vetraria di Pescia, una Coop. Bianca che ebbe una vita di circa quattro anni, durante i quali vennero costituiti anche magazzini esterni in varie regioni d’Italia, anche in Sardegna e così pure a Savignano sul Rubicone (Forlì)

Nel corso degli anni, vennero aperte in Toscana molte altre Vetrerie, specialmente nella zona dell’Empolese, dove le agevolazioni per il settore erano più consistenti e consentivano di attrezzarsi con macchine più moderne che sfornavano quantità maggiori di damigiane, fiaschi e bottiglie, così che la Cooperativa venne sorpassata da queste nuove realtà industriali emergenti, e fu costretta a chiudere.

Il Sig. Giusti Donato, a quella data era stato incaricato di gestire il Magazzino di Savignano sul Rubicone, si era trasferito da poco con tutta la famiglia (la Signora Franca e i due figli Lucia e Giuseppe). Non se la sentì di fare ritorno al paese natio. Decise così di continuare in proprio il lavoro (prima con due soci che si ritirarono poco tempo dopo) perché il suo orgoglio gli imponeva di perseverare. Così, con impegno e capacità, fece del suo meglio per la sua famiglia e le altre che lo seguirono nell’impresa.-

Questa è la spiegazione del nome della nostra Azienda, che mantiene nella Ragione Sociale il nome del fondatore Sig. Donato, mentre viene gestita dal figlio Giuseppe e dai suoi validi collaboratori.